Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Benvenuto Papa Francesco

    Pubblicato il 14 marzo 2013 giampaolo 1 commento Condividi su Facebook

    Tutto il mondo era con il fiato sospeso aspettando di conoscere chi avrebbe guidato la Chiesa in un periodo così difficile, così travagliato, dopo l’inattesa e per certi versi sconvolgente abdicazione di Benedetto XVI.

    È stata una grande emozione, mista a stupore, vedere Papa Francesco affacciarsi dal balcone, sia per i credenti, ma sicuramente anche per chi non crede.
    Siamo all’apice di una crisi economica e di valori che fa vacillare certezze che davamo quasi per scontate; il contesto è quindi nettamente diverso alla scorsa elezione del Pontefice, avvenuta nel 2005.

    La Chiesa ha dato prova di grande coraggio: nel momento più difficile è uscito un messaggio forte di rinnovamento e speranza. Un cammino di “fratellanza, amore e fiducia”, un cammino intessuto di “preghiera per tutto il mondo perché ci sia grande fratellanza” secondo le parole del nuovo pontefice che non ha mai pronunciato la parola “Papa”, definendosi invece più volte “Vescovo di Roma”.

    Il Papa è entrato immediatamente in sinotonia con i fedeli: prima ha chiesto loro di stringersi in preghiera, e solo poi ha impartito la benedizione sul popolo cristiano.
    Anche la scelta del nome è un segnale preciso, forte, inequivocabile sullo spirito che lo anima, come il fatto di affacciarsi dal balcone con una croce di ferro al collo. L’esperienza passata tra i poveri di Buenos Aires conferma il valore del nuovo cammino di rinnovamento intrapreso dal successore di Pietro.

    Nonostante le divisioni interne, il collegio dei cardinali ha eletto un Papa di alto profilo, il primo gesuita, il primo latinoamericano. Non ci sono scelte “al ribasso” o “governi di transizione” per usare un lessico tristemente noto alla politica italiana.

    La Chiesa ha fatto uno scatto in avanti, ha ridato fiducia e speranza ai fedeli, ha puntato a un rinnovamento vero, lontano dagli sfarzi e dagli scandali.

    Anche per noi Cattolici democratici impegnati in politica è un messaggio di speranza: ci rasserena e ci dà forza. Nella politica devono ritornare umiltà e spirito di servizio, il rinnovamento deve passare dalla buona volontà e da un pensiero che guardi realmente avanti, mettendo la persona e le sue esigenze al centro, soprattutto coloro che stanno soffrendo in questo momento di crisi.

    Ora invece assistiamo alla paralisi del sistema politico. Alla fase della protesta cosa seguirà? Ancora questo stallo? Ancora scontro tra blocchi contrapposti e urla sguaiate nell’attesa del logoramento dell’avversario?
    Speriamo che il vento del rinnovamento che spirava ieri a San Pietro continui a soffiare e aiuti a smuovere qualcosa anche negli altri palazzi della città eterna.

     

    Una risposta a “Benvenuto Papa Francesco”

    1. Claudio Menaspà

      La Chiesa questa volta precorre i tempi ed è davvero un chiaro segnale di cambiamento e rinnovamento, che apre nuovi orizzonti di fiducia e di speranza. Ora spetta a noi cittadini dare il nostro contributo perchè chi è svantaggiato possa tornare ad avere una possibilità di vita dignitosa. Insieme è possibile e ciascuno di noi faccia la propria parte… Non possiamo fermarci ora. Buon lavoro ed una preghiera alla Madonna perchè un mondo più bello lo possiamo costruire.

    Lascia un commento