Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Comuni sono in difficoltà, modificare federalismo municipale

    Pubblicato il 13 luglio 2011 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    La manovra grava pesantemente sugli enti locali: su circa 40 miliardi di euro complessivi di riduzione delle spese correnti ben 22,4 miliardi di euro, pari al 56%, siano a carico di comuni (1,5 miliardi di euro nel 2011, 2,5 miliardi di euro nel 2012 e nel 2013), province (300 milioni di euro nel 2011, 500 milioni di euro nel 2012 e nel 2013) e regioni (4,5 miliardi di euro nel 2011,  5,5 miliardi di euro nel 2012 e nel 2013), quando la spesa di regioni ed enti locali rappresenta solo il 35% della spesa pubblica italiana, al netto degli interessi sul debito;

    I gruppi del Pd di Camera e Senato hanno presentato una mozione sul tema della finanza locale per chiedere che la manovra economica sia coerente con i principi del federalismo fiscale.

    Serve una profonda modifica del decreto legislativo sul federalismo fiscale municipale (che per ora ha solo dato facoltà ai comuni di aumentare le tasse), l’insediamento immediato di una Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica, sottoponendo al suo esame la manovra 2012-2014.

    L’iniziativa parlamentare, sottoscritta dai presidenti dei gruppi Dario Franceschini e Anna Finocchiaro, nasce dalla gravissima difficolta’ finanziaria delle autonomie territoriali, e in modo particolare i comuni, con le conseguenti e pesanti ripercussioni sui servizi forniti ai cittadini (nidi e scuole dell’infanzia, assistenza agli anziani e ai disabili, manutenzione strade, edifici e verde pubblico, polizia urbana), proprio mentre altre forti difficolta’ si annunciano per il 2012 visti i tagli gia’ previsti dalle leggi approvate.

    Il Governo deve chiarire  urgentemente come intenda procedere affinchè la legge sul federalismo fiscale trovi piena attuazione e le finanze locali siano sostenibili nei prossimi anni.

    Leggi Mozione Pd finanza locale

    Lascia un commento