Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Futuro popolare

    Pubblicato il 26 aprile 2013 giampaolo 4 commenti Condividi su Facebook

    Quale futuro per i popolari, i riformisti, i liberali in un momento tanto delicato? Ci auguriamo che il governo Letta riesca a dare un minimo di stabilità, ma è chiaro che rappresenta l’ultimo governo della Seconda repubblica e non il primo della Terza.

    Il Pd è in continua fibrillazione, sull’orlo della scissione; il Pdl è fermo dietro a Berlusconi, ma è una calma apparente, un puzzle di anime tenuto insieme dal carisma e dal potere del leader assoluto.

    Lo schema bipolare degli ultimi anni non ci ha fornito un assetto stabile, ma si è cristallizzato nel tempo come scontro tra diverse tifoserie e questo ha bloccato di fatto il Paese.

    In questo momento, molti italiani moderati hanno capito che la contrapposizione tra i due blocchi è servita a poco e che le nostre idee sono rimaste schiacciate nella battaglia tra due giganti dai piedi di argilla.

    Per costruire la Terza repubblica dobbiamo fondare un nuovo movimento popolare e riformista, un partito che sappia fare politica con la P maiuscola senza bisogno di inseguire populismi, senza vergognarsi di essere un partito, fiero di lavorare per il Paese. Un partito aperto, ma non liquido ed evanescente, un partito forte, ma senza padroni, un partito presente sul web, ma non all’inseguimento della presunta democrazia diretta grillina, in realtà eterodiretta dal titolare del marchio.

    In questi giorni sempre più persone mi stanno contattando.

    Dobbiamo essere tanti, forti e determinati; poi verrà la fase organizzativa. C’è tanta voglia di dare voce alle nostre idee, siamo certi che la nostra identità popolare, liberale e riformista possa aiutare il Paese a risollevarsi dalle macerie dello sterile bipolarismo Pd-Pdl.
    Siamo pronti.

     

    4 risposte a “Futuro popolare”

    1. maurizio sometti

      Fammi sapere. L’ idea e’ buona anche se difficile da realizzare in quanto si verrebbe a creare un nuovo partito. Quale potra’ essere la sua dimensione? Comunque si puo’ provare.
      Ciao
      Maurizio

    2. tuzzolo giuseppe

      ASPETTO INVITO PER SAPERNE DI PIù, CIAO

    3. Anche tu con Valdegamberi?

    4. Ringrazio tutti per l’attenzione. Vi terrò informati. Sono amico di Valdegamberi ma non sono nel Suo gruppo. Giampaolo

    Lascia un commento