Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Gioco di squadra per il Garda

    Pubblicato il 13 luglio 2012 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    Mi è giunta oggi la risposta (pag 1  pag.2) all’interrogazione che presentai in gennaio riguardo ai tagli per la navigazione sui grandi laghi.

    Il Ministero mi conferma lo stanziamento di sei milioni di euro previsto nel decreto sviluppo. Accolgo con soddisfazione nella risposta il riferimento al “pubblico servizio” che la navigazione svolge  e al suo ruolo di “volano per lo sviluppo economico e la crescita dei territori serviti, nonché per il forte richiamo turistico che la sua attività esercita“.

    Il lavoro svolto negli ultimi mesi, in costante contatto con la Comunità del Garda e il suo Presidente Passionelli, ha dato buoni frutti, come ha ricordato lo stesso Passionelli su L’Arena:

    «Consideriamo questo provvedimento come il primo passo per arrivare ad avere le risorse che mancano a sostegno del servizio della navigazione pubblica sui tre grandi laghi e in modo particolare sul Garda», dice Giorgio Passionelli. «A questo proposito voglio ringraziare i nostri parlamentari, a cominciare dai deputati veronesi Giampaolo Fogliardi del Partito democratico e Alessandro Montagnoli della Lega Nord che, insieme ai senatori Guido Galperti (Pd, Brescia) e Sergio Divina (Lega Nord, Trento) prima hanno accolto l’invito nella sede della Comunità, a Gardone Riviera, all’incontro di qualche settimana fa nel quale ho illustrato la situazione del trasporto sul Garda, e poi si sono impegnati in prima persona traducendo la nostra istanza in una mozione che é stata sottoscritta da tutti i parlamentari gardesani. Questo risultato è sicuramente il frutto del loro lavoro comune e sono stati davvero efficaci».

    Giorgio Passionelli sottolinea, inoltre, che i 6 milioni di euro «sono un primo risultato; ma é molto positivo e siamo fiduciosi che la proposta di finanziamento supererà l’esame delle Commissioni. Siamo ben consapevoli che si tratta di circa le metà di quanto doveva arrivare ed invece non è arrivato, ma é anche vero che siamo ormai a metà della stagione estiva e l’importo può essere sufficiente a garantire il servizio di navigazione sino alla fine dell’anno, senza che si debba pensare a nuovi tagli di corse».

    Ma il percorso tracciato dal presidente della Comunità e tradotto all’interno della mozione dai politici gardesani non si ferma qui. «Il nostro auspicio è che, portati a casa questi 6 milioni di euro per tutti e tre i laghi, per il nostro Garda si possa iniziare a ragionare su quanto scritto nella seconda parte della mozione: una revisione completa del sistema di navigazione pubblica per arrivare alla creazione di una nuova società di gestione con la possibilità di ingresso di privati. I contatti con i parlamentari, soprattutto con Fogliardi e Montagnoli, sono continui; loro stanno davvero facendo un ottimo lavoro e vedremo di ritrovarci a settembre per capire se ci sono i presupposti per iniziare a ragionare anche in questa prospettiva».

    Lascia un commento