Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Il Milleproroghe arriva alla Camera

    Pubblicato il 17 febbraio 2011 giampaolo 2 commenti Condividi su Facebook
    Il 22 febbraio arriverà alla camera il decreto “Milleproroghe”, approvato ieri mattina al Senato con voto di fiducia.
    Il decreto, pena la sua decadenza, deve essere approvato in via definitiva entro il 27 febbraio.
    E’ quanto ha deciso la conferenza dei capigruppo di Montecitorio che si e’ riunita ieri nella biblioteca del presidente Fini.
    Per dare spazio al milleproroghe, la capigruppo ha fatto slittare l’esame del pdl sul testamento biologico che sara’ ripreso ai primi di marzo.
    Per quanto riguarda ancora il Milleproroghe, vista la ristrettezza dei tempi, anche alla Camera si ipotizza il ricorso al voto di fiducia, l’ennesima di questa legislatura.
    Il Parlamento lavora singhiozzo e l’esecutivo si occupa solo dei problemi privati del presidente del consiglio.
    E’una fase di stallo dannosa per il Paese. Il ruolo delle Camere, a vedere l’atteggiamento del Governo, dovrebbe essere solo di mera “ratifica” di leggi preconfezionate.
    Il Corriere della Sera riassume i contenuti di questo provvedimento omnibus, un Frankenstein giuridico con dentro tutto e il contrario di tutto. dalla Tassa cinema, alle banche, ai precari alla Parmalat.
    MILANO – Dalla norma Parmalat all’aumento del biglietto per andare al cinema; dagli interventi fiscali in favore delle banche al foglio rosa per i motorini; dalle quote latte alla social card. Il «milleproroghe», nel suo primo passaggio parlamentare, diventa un decreto “omnibus” in cui sono state accolte le richieste più svariate. Già il lavoro delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio del Senato aveva modificato nella sostanza il decreto legge, introducendo numerose norme e modificando quelle già contenute nel provvedimento. Con il maxiemendamento, sul quale il governo ha posto e ottenuto la fiducia al Senato, sono state recepite tutte le misure approvate dalle commissioni e, in aggiunta, sono arrivate anche altre importanti novità, come gli aiuti per gli istituti di credito, in vista dei nuovi parametri fissati da Basilea 3, e gli acconti per i comuni in attesa dell’attuazione del federalismo municipale. Ecco le principali misure:
    ABRUZZO – Via libera al pacchetto di norme per i terremotati in Abruzzo. Tra le misure approvate c’è la proroga della riscossione dei tributi al 31 dicembre 2011 e lo slittamento della riscossione delle rate dei premi assicurativi al 31 ottobre di quest’anno. Viene inoltre istituita la giornata della memoria delle vittime del terremoto, il giorno 6 aprile.
    ALLUVIONI – Arrivano 100 milioni per il finanziamento delle spese derivanti dalle alluvioni, per ciascuno degli anni 2011 e 2012. Le risorse andranno alla Liguria (45 mln l’anno), al Veneto (30 mln l’anno), alla Campania (20 mln l’anno) e ai comuni della provincia di Messina (5 mln l’anno), colpiti dall’alluvione del 2 ottobre del 2009.
    AUTOTRASPORTO – Viene prorogato l’ecobonus, con un fondo di 30 milioni di euro.
    BANCHE – Le banche potranno utilizzare in compensazione il credito d’imposta, insieme alle attivitá immateriali e valori d’avviamento. In questo modo potranno meglio rispondere ai nuovi parametri fissati da Basilea 3, che entreranno in vigore nel 2013. –
    BANCHE POPOLARI – Proroga al 2014 del termine entro il quale le fondazioni bancarie devono scendere sotto il tetto dello 0,5% nelle banche popolari. La norma riguarda solo gli istituti che detenevano partecipazioni al 2009 per effetto di fusioni.
    CAMPANIA – Stop alle demolizioni delle prime case in Campania, disposte in seguito a sentenza penale. La sospensione delle demolizioni è fissata fino al 31 dicembre 2011. Gli enti locali della Campania e la regione potranno inoltre aumentare tributi e addizionali, in alternativa alla tariffa sui rifiuti, per finanziare il ciclo dei rifiuti.
    CASE FANTASMA – I proprietari delle case «fantasma» avranno tempo fino al 30 aprile per mettersi in regole. La versione originale del decreto milleproroghe prevedeva un rinvio, rispetto al termine inizialmente fissato al 31 dicembre 2010, di tre mesi, spostando la dead line al 31 marzo. La nuova versione sposta la scadenza di un altro mese.
    CARTA D’IDENTITÀ – Slitta al 31 marzo 2011 il termine entro cui sui documenti dovrà essere inserita anche l’impronta digitale del soggetto titolare del documento identificativo.
    5 PER MILLE – Arrivano le risorse necessarie per il finanziamento del 5 per mille. Sono 300 milioni, che si vanno ad aggiungere ai 100 milioni già stanziati nella legge di stabilità. Una quota, fino al tetto di 100 milioni di euro, sará destinata ai malati di Sla.
    CINEMA – Dal primo luglio andare al cinema costerà un euro in più. L’incremento del costo dei film nelle sale, ad esclusione delle sale parrocchiali, servirà per finanziare le agevolazioni fiscali nel settore della produzione cinematografica, previsti dal milleproroghe. I rincari avranno effetto dal primo luglio e fino al 31 dicembre 2013.
    CONSOB – Via libera alla riorganizzazione della Consob, senza però lo spostamento della sede a Milano. La riorganizzazione dovrá avvenire entro il 31 luglio.
    FOGLIO ROSA – Arriva il foglio rosa per i motorini e le minicar, che potrá essere utilizzato nel periodo che va dalla prova teorica a quella pratica. Si stabilisce inoltre che la prova pratica di guida non potrá essere sostenuta prima che sia trascorso un mese dalla data del rilascio dell’autorizzazione. In caso di esito negativo della prova, dovrà passare almeno un mese per poter sostenere un altro esame e gli aspiranti centauri avranno solo due possibilità. Rispetto al termine del 19 gennaio per l’entrata in vigore della norma, stabilito dal nuovo codice della strada, viene fissata una nuova scadenza al 31 marzo 2011, che potrà essere ulteriormente rinviata al 31 dicembre 2011.
    FONDI INVESTIMENTO – Novità in arrivo sulla tassazione dei fondi comuni d’investimento. Per i fondi nazionali si stabilisce il passaggio della tassazione attuale del maturato in capo ai fondi, alla tassazione del maturato in capo ai sottoscritti delle quote del fondo.
    INCROCI TV E STAMPA – Proroga di due anni del divieto di incroci tra settore della stampa e settore della televisione, che slitta fino al 31 dicembre 2012.
    PARMALAT – Agli azionisti Parmalat non potrà essere distribuito più del 50% degli utili. Sono inoltre inefficaci le eventuali modifiche della clausola concordataria.
    POSTE – : Poste spa potrà «acquistare partecipazioni, anche di controllo, nel capitale delle banche», ma solo al fine di entrare nel capitale della banca per il mezzogiorno. La norma stabilisce inoltre lo scorporo di Bancoposta da Poste.
    PRECARI SCUOLA – : Saranno congelate sino al 2012 le graduatorie ad esaurimento degli insegnanti precari. Inoltre si stabilisce che i supplenti chiamati dalle scuole potranno provenire solo dalla provincia in cui ha sede l’istituto stesso.
    QUOTE LATTE – Slitta ancora una volta il pagamento delle multe sulle quote latte, dando altri sei mesi di tempo agli allevatori. È prevista uno slittamento di altri sei mesi, rispetto all’ultimo termine fissato al 31 dicembre 2010, della partenza dei piani di rateazione delle multe.
    SANATORIA MANIFESTI – Arriva il condono per le violazioni «ripetute e continuate» delle norme in materia di affissioni e pubblicità di «manifesti politici ovvero di striscioni e mezzi similari». Il provvedimento consente di chiudere i contenziosi «di ogni ordine e grado di giudizio, nonchè delle somme eventualmente iscritte a titolo sanzionatorio» attraverso il versamento di 1.000 euro. Il termine per il pagamento è fissato al 31 maggio 2011.
    SFRATTI – : Ancora un anno di tempo per rendere esecutivi gli sfratti, per le categorie disagiate. La norma sposta il termine degli sfratti dal 31 dicembre 2010 al 31 dicembre 2011 il termine.
    SOCIAL CARD – Torna la social card, la carta acquisti alimentari e per il pagamento delle bollette, destinata alle fasce della popolazione più bisognose. E avrà una fase sperimentale affidata agli enti caritativi operanti nei comuni con più di 250.000 abitanti. La sperimentazione avrà durata di 12 mesi e potrà contare su risorse pari a 50 milioni di euro.
    TRIBUTI REGIONI – Le regioni colpite da calamità naturali potranno incrementare i tributi e le accise sui carburanti. Il provvedimento stabilisce che «qualora il bilancio della regione non rechi le disponibilità finanziarie sufficienti per effettuare le spese conseguenti» all’emergenza ovvero «la copertura degli oneri conseguenti alla stessa» le regioni possono deliberare gli aumenti. «Potranno essere incrementati i tributi, le addizionali, le aliquote e le maggiorazioni di aliquote attribuite alle regioni». Per gli enti territoriali arriva anche un alleggerimento del patto di stabilità interno.
    TLC – Arrivano 30 milioni di euro per finanziare il passaggio al digitale per il 2011.
    UNIVERSITÀ – : Arrivano le risorse necessarie per finanziare il fondo unico per l’Universitá.
    VENETO – Viene prorogata al 30 giugno la sospensione dei tributi per le zone del Veneto colpite dalle alluvioni.
     

    2 risposte a “Il Milleproroghe arriva alla Camera”

    1. […] via http://www.fogliardi.it/?p=1209 AKPC_IDS += "27430,";Popularity: unranked [?] Posted by admin on febbraio 18th, 2011 Tags: Crisi di governo, Elezioni, Sondaggi Politici Share | […]

    2. QUOTE LATTE ?
      è vero, come hanno detto a Radio 24, che i soldi verranno presi dal fondo per i malati oncologici ?

    Lascia un commento