Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • L’ennesimo appello per Verona

    Pubblicato il 24 gennaio 2014 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    Si parla ancora di “piano per Verona”, di “cabina di regia”.
    Le organizzazioni datoriali e quelle sindacali si sono riunite nella sede provinciale di Confindustria per sottoscrivere un “protocollo di intesa”: un documento che ha il fine di “suonare la sveglia” alle istituzioni locali e spingerle a iniziative per contrastare il declino e favorire occupazione. Come spiega il Corriere di Verona:

    Da una parte Cgil, Cisl e Uil e dall’altra Api, Confindustria, Casartigiani, Cna, Confartigianato, Coldiretti, Confcommercio, Confcooperative – tutti, praticamente – chiedono alle «pubbliche amministrazioni veronesi un piano industriale vero» perché in questo territorio mancano «10 mila posti di lavoro scoperti dal turnover».

    Sono anni che da più parti si invoca un cambio di passo per il governo della città.
    Purtroppo, più si invocava questo cambio di passo, più l’amministrazione rimaneva immobile, quando non peggiorava l’immagine della città tra opere-spot fatte di annunci e scandali che hanno coinvolto esponenti delle aziende partecipate e politici di primo piano.
    Il documento firmato da associazioni di categoria e sindacati sarà l’ennesimo appello caduto nel vuoto? Ovviamente mi auguro di no, spero che qualcosa si muova, altrimenti ricorderemo questa amministrazione solo per una lunga di opere incompiute (filobus), rimandate (area fiera) o dannose (Cà del Bue).

    Lascia un commento