Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Moro, la bella lezione sulla sobrietà del potere

    Pubblicato il 16 marzo 2013 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    L’anniversario del rapimento e della strage di via Fani (16 marzo 1978-2013) richiama alla memoria la lezione di Aldo Moro, l’uomo politico italiano più attento a cogliere, nei passaggi cruciali della storia repubblicana, le sfide della società civile al sistema delle istituzioni democratiche.

    Oggi, di fronte alla rottura di equilibri tradizionali e alla domanda di maggiore trasparenza e rigore nella gestione della cosa pubblica, riemerge in particolare la sua visione del potere inteso come servizio, il cui esercizio richiede sempre un alto senso della misura, della sobrietà e della discrezione. Moro ha pagato con il sacrificio della vita la sua stessa lungimiranza, ovvero la determinazione a compiere fino in fondo ciò che il bene della nazione imponeva alla responsabilità della classe dirigente, anche a fronte di grandi resistenze e incomprensioni.

    Nella condizione presente c’è necessità di riscoprire i principi e i valori di una limpida proposta democratica, sostenuta da una testimonianza di concreta fedeltà ai bisogni e agli interessi popolari. L’Italia ha urgenza di riforme e di stabilità, quindi di una nuova dimostrazione, a livello di forze sociali e politiche profondamente rinnovate, della capacità – avrebbe detto Moro – di dominare con intelligenza gli avvenimenti.

    La crisi si vince con lo slancio di un grande partito di popolo, che chiami a raccolta le tante risorse imbrigliate, anche dopo il recente confronto elettorale, nella dialettica negativa tra resistenze di Palazzo e assalto della contropolitica.
    Roma, 16 Marzo 2013

    Comunicato stampa relativo all’iniziativa organizzata dai Democratici Popolari del 16 marzo 2013 , dal titolo “Anniversario della strage di via Fani (1978-2013)” in cui sono intervenuti gli On. Lucio D’Ubaldo, On. Giampaolo Fogliardi, On. Marco Follini, On. Angelo Sanza.

    Lascia un commento