Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Navigarda, Governo rifletta sulle conseguenze dei tagli

    Pubblicato il 9 febbraio 2012 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    Pubblico un interessante approfondimento sulla Navigarda che ho ricevuto. Parla della storia del servizio, della flotta e delle conseguenze dei tagli per il territorio gardesano.

    La Navigarda nel 2011 ha trasportato oltre 2.300.000 passeggeri ed oltre 105.000 autovetture, con un incremento rispetto al 2010, nonostante l’anno di crisi. Questo dato basterebbe da solo a testimoniare l’importanza del servizio offerto per il territorio gardesano.

    La situazione è difficile e abbiamo sollecitato il Ministro Passera affinché intervenga.

    L’ultima Finanziaria dell’ex governo Berlusconi ha disposto per il 2012 una drastica riduzione di risorse nella misura di circa il 50% (circa 13 milioni di euro), risorse che sono necessarie per le spese di esercizio dei tre laghi (Maggiore, Garda e Como).

    A questo problema si è aggiunto poi quello della abrogazione dell’art. 8/bis della legge 633 sull’Iva. Tale agevolazione è stata soppressa dalla legge n. 217 (pubblicata in Gazzetta a gennaio), per cui sono stati cancellati gli sgravi sull’Iva che erano previsti per l’acquisto di carburante e dei materiali di consumo della flotta, sgravi del resto logici visto che la Gestione Governativa è un Ente del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e quindi dello Stato.

    Questo ha determinato un aumento del fabbisogno di altri 4/5 milioni di Euro, oltre ai 13 già mancanti.

    Scarica il dossier sulla Navigarda.doc

    Lascia un commento