Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Navigarda, Passera intervenga

    Pubblicato il 27 gennaio 2012 giampaolo 2 commenti Condividi su Facebook

    Il Ministo Passera intervenga per evitare la diminuzione delle corse sulla tratta Torri-Maderno. A causa dei tagli del precedente Governo, la società Navigarda ha ridotto del 30% il servizio dei traghetti che attraversano il Lago di Garda; unica tratta aperta tutto l’anno.

    Si è trattato di un taglio di oltre 10 milioni di euro, a fronte di 22 di trasferimenti, e c’è il rischio che in primavera, all’inizio della stagione turistica, ulteriori corse vengano soppresse”, è quanto afferma il deputato veronese del Pd in una interrogazione presentata oggi in Commissione Finanze.

    Lo Stato ha infatti tagliato del 50 per cento i trasferimenti alla «Gestione governativa navigazione laghi», l’azienda che sotto il comando del ministero dei Trasporti gestisce battelli e traghetti dei laghi più grandi d’Italia: Garda, Maggiore e Como; per il Lago di Garda, zona che attira ogni anno milioni di turisti, la navigazione rappresenta una alternativa da incentivare al trasporto su gomma, che ogni estate provoca grandi difficoltà viabilistiche”, prosegue Fogliardi.

    I tagli al trasporto navale e la conseguente congestione delle strade potrebbero avere anche conseguenze pesanti per l’economia, l’occupazione e per l’ambiente del Lago di Garda”, conclude il deputato.

    Testo integrale dell’interrogazione


    Atto Camera

    Interrogazione a risposta in Commissione presentata da
    GIAMPAOLO FOGLIARDI
    mercoledì 25 gennaio 2011

    FOGLIARDI. –
    Al Ministro dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture e Trasporti
    Per sapere – premesso che:

    A causa dei tagli del precedente Governo, la società Navigarda ha ridotto del 30% il servizio dei traghetti che attraversano il Lago di Garda sulla tratta Torri-Maderno; unica tratta aperta tutto l’anno;

    la direzione d´esercizio della Navigarda ha dichiarato alla stampa che si è trattato di un taglio di oltre 10 milioni di euro, a fronte di 22 di trasferimenti, paventando che in primavera, all’inizio della stagione turistica, ulteriori corse potrebbero essere soppresse;

    lo Stato ha infatti tagliato del 50 per cento i trasferimenti alla «Gestione governativa navigazione laghi», l’azienda che sotto il comando del ministero dei Trasporti gestisce battelli e traghetti dei laghi più grandi d’Italia: Garda, Maggiore e Como;

    per il Lago di Garda, zona che attira ogni anno milioni di turisti, la navigazione rappresenta una alternativa da incentivare al trasporto su gomma, che ogni estate provoca grandi difficoltà viabilistiche;

    non meno pesanti potrebbero essere le conseguenze occupazionali dirette e indirette;

    i tagli al trasporto navale e la conseguente congestione delle strade potrebbero avere anche conseguenze pesanti per l’economia e per l’ambiente del Lago di Garda -:

    quali misure intenda il Ministro adottare per evitare simili disagi alla macroarea del Garda

     

    2 risposte a “Navigarda, Passera intervenga”

    1. […] già intervenuto in gennaio sui tagli alla Navigarda con una interrogazione al Ministro Passera. Ora ho presentato anche una mozione al Governo insieme a molti altri colleghi […]

    2. […] ricordato ancora in gennaio al Ministro Passera, con una interrogazione, che per il Lago di Garda, zona che attira ogni anno milioni di turisti, la navigazione rappresenta […]

    Lascia un commento