Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Perché votare, perché votare sì

    Pubblicato il 10 giugno 2011 giampaolo 1 commento Condividi su Facebook

    Mancano pochi giorni al voto e tutta la società civile si sta mobilitando con passione ed entusiasmo per il successo di una grande prova di democrazia.

    Siamo chiamati a decidere su delicate questioni riguardanti il bene comune e il futuro del nostro Paese, scelte che riguardano tutti i cittadini, nessuno escluso.

    Ci battiamo per una partecipazione ampia, per un dibattito maturo, al di là delle appartenenze politiche.

    Sostengo il sì per tutti i quattro quesiti proposti.

    Diciamo un sì contro la privatizzazione forzata dell’acqua, diciamo un sì contro il ritorno al nucleare (proprio ora che anche la Germani ha deciso di abbandonare l’atomo…) e diciamo sì contro il legittimo impedimento.

    Il Governo ha proposto un piano nucleare che ci costringerebbe a tempi lunghissimi e costi alti, mentre lo smaltimento delle scorie rimane ancora un grande punto di domanda. Al contrario, si è dimostrato sempre timido rispetto agli investimenti sulle energie alternative e la ricerca, settori sui quali si dovrebbe puntare tutto per il futuro del Paese.

    Riguardo all’acqua, si parla di privatizzazione per la gestione e non per il bene in sé, ma è chiaro che chi la gestisce ne è, di fatto, praticamente proprietario. La gestione dell’acqua deve rimanere in mano alle comunità locali attraverso i sindaci e non è possibile che da Roma si obblighi in pratica a privatizzare tutto, alla faccia del federalismo.  La questione è comunque estremamente complessa e il sì al referendum dovrebbe essere la prima tappa per una riforma organica del settore.

    Con il legittimo impedimento affrontiamo l’ennesimo trucco del Premier per evitare il confronto con la giustizia. E’avvilente dopo anni essere ancora imbrigliati in queste leggi ad personam; il Paese è stanco (e lo ha dimostrato nelle recenti amministrative) di un Governo così inetto su tutti i fronti, ma impegnato costantemente a cercare cavilli per tutelare il Primo ministro.

    Per questo serve un segnale forte di tutta la società italiana, un grande gesto di partecipazione, un’altra scossa per rimettere in moto l’Italia e riprendere il futuro che ci stanno togliendo.Andiamo a votare, chiamiamo tutti gli amici e invitiamoli a recarsi al seggio, per la vittoria della democrazia, per la vittoria del sì.

     

    Una risposta a “Perché votare, perché votare sì”

    1. Tutti e quattro i referendum hanno un fortissimo impatto sociale e questo bisogna votarli tutti con un bel SI!
      Francesco

    Lascia un commento