Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Tosi “divide et impera” e Verona non decolla

    Pubblicato il 13 aprile 2012 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    E questo sarebbe il sindaco che dovrebbe guidare Verona altri cinque anni? Ha trascurato il destino dell’aeroporto per l’intero mandato e ora in extremis riesce pure mettere zizzania tra i soci organizzando incontri “segreti” escludendo Provincia e Camera di Commercio, che detengono insieme il 39%.

    Questa è la strategia per il rilancio del sistema Verona? Questo è il gioco di squadra?
    Il mandato del sindaco sta per finire e non abbiamo ancora capito che strada voglia seguire, nel frattempo cerca nuovi soci all’insaputa degli altri.

    Caro sindaco Tosi, Verona non è la ribalta di un talk show! Non basta destreggiarsi con disinvoltura tra una dichiarazione di intenti e un sorriso in camera. Verona è in uno stato di empasse. Siamo fermi. Un giorno si guarda a est, uno a ovest e l’altro a nord: manca una regia, un coordinamento e ho il sospetto che nemmeno lo si cerchi.
    Nel frattempo il sindaco mira soltanto al proprio tornaconto politico, non vuole fare squadra attorno a Verona, ma punta alla sua unica strategia: “divide et impera”, utilissima per le proprie ambizioni, deleteria per la nostra economia e la nostra società.

    La crisi avanza, l’expo di Milano si avvicina (riuscirà la città a cogliere l’occasione per rilanciarsi?), la sicurezza si è rivelata lo slogan elettorale che era (dalla mistica delle ronde alle scorribande fasciste per il centro) e la situazione dei trasporti pubblici non è degna di una città con ambizioni europee. Perché hanno cassato la tramvia? Che fine ha fatto il filobus? L’unica proposta sul tavolo è la settimana corta a scuola per risparmiare sui bus? Ci rendiamo conto di quanto questa amministrazione non sia preparata a gestire una città come Verona?

    L’ultimo pasticcio creato all’aeroporto è la ciliegina sulla torta, l’ennesima figuraccia di un sindaco che non potrà mai essere l’allenatore di una squadara compatta e preparata pronta a riportare la Verona dell’economia, della cultura, del turismo, dei servizi nella serie A che le spetta.

    Giampaolo Fogliardi

    Lascia un commento