Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Agevolazioni Imu per immobili di interesse storico

    Pubblicato il 29 marzo 2012 giampaolo 2 commenti Condividi su Facebook

    La manovra Salva Italia ha introdotto l’Imu, ma la formulazione pone diversi dubbi sull’ambito di applicazione del nuovo tributo e causa per i contribuenti incertezze.

    L’intero impianto normativo sul calcolo della base imponibile e dell’Ici, se non espressamente abrogato, dovrebbe perdurare e rimanere in vigore  trasfuso all’Imu

    Chiediamo quindi che per gli immobili di interesse storico o artistico vengano mantenute, come un tempo, delle agevolazioni. L’incertezza sulle dimore storiche paralizza l’iniziativa privata di salvaguardia, come avevo già ribadito in una mia precedente interrogazione.

    Questo è il contenuto della proposta di legge del collega Melchiorre che ho sottoscritto.

     

    2 risposte a “Agevolazioni Imu per immobili di interesse storico”

    1. L’imu sulle case storiche graverà enormemente, data anche la prossima riforma delle rendite catastali (che annulla l’esiguo beneficio dell’abbattimento del 50% della base imponibile). Occorre obbligare i comuni ad applicare per tali immobili l’aliquota minima (e non al 10 e oltre come si prospetta a Firenze).
      Ritengo inoltre un abuso l’eliminazione delle agevolazioni Irpef, in quanto non in tema di Imu e da considerare in un’altra riforma fiscale più ampia. Ricordo che i vincoli della Sovrintendenza sono molto rigidi, gravosi e onerosi per tali immobili. Si rende impossibile per i privati proprietari poter operare per la cura e la conservazione del ns.patrimonio artistico. Grazie

    2. Aristide Orzincolo

      Unitamente a mia moglie sono comproprietario del Castello di Cassacco sito in provincia di Udine. Siamo fortemente preoccupati per i risvolti negativi che potremmo avere qualora non ci fossero sgravi per quanto attiene la nuova imposta (imu).La salvaguardia di tale struttura medioevale è un onere attualmente molto pesante. Il timore e che senza sgravi, come da più parte si dice, saremmo costretti ad abbandonare il Castello che in tanti anni di sacrificio di denaro e di lavoro ha recuperato l’antico splendore!!

    Lascia un commento