Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Avanti, con passione e coraggio

    Pubblicato il 24 gennaio 2013 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    Perdonate questi giorni di silenzio. Come sapete è stato un mese molto intenso. Ho deciso, insieme ad alcuni colleghi, di sostenere l’Agenda Monti per proseguire il cammino iniziato in parlamento lo scorso anno con la fiducia al Presidente del Consiglio.
    Lo abbiamo fatto perché convinti che fosse la strada giusta, la strada delle riforme, del rinnovamento. Non nascondiamo la delusione nei confronti di un Partito democratico che ha perso ancora una volta, con le primarie del Gattopardo, l’opportunità di aprirsi definitivamente e di diventare quel nuovo soggetto che attendevamo dal 2007.

    Se volevamo superare lo sciagurato “porcellum” attraverso le primarie, queste dovevano essere aperte a tutti i cittadini e non limitate, come di fatto lo sono state, a chi già aderiva al progetto.
    Ciò ha comportato l’esclusione di quell’area “cattolico-democratica” a cui appartengo e di conseguenza è maturata la mia decisione di lasciare il Pd.

    E’stata una scelta libera, serena, senza vincoli, senza calcoli, senza “paracadute”. Lo abbiamo fatto perché siamo convinti che un centro riformista possa e debba nascere in questa nuova fase.
    Vogliamo metterci al lavoro con la passione di sempre per continuare a fare politica.
    Come Democratici Popolari sosteniamo Mario Monti alle prossime elezioni, ma non rappresentiamo una lista “elettorale”. Siamo un movimento politico e il legame con il territorio che ho portato avanti in questi anni alla Camera non verrà meno, anzi, sarà più forte, perché ogni politica che voglia incidere per il cambiamento non può che ripartire dal territorio.

    Le piccole imprese, il lavoro, l’aeroporto, la navigazione sul Garda, la semplificazione del fisco, gli enti lirici… I temi sul tavolo sono moltissimi; potete trovare il resoconto dei miei anni in Parlamento appuntato settimana per settimana su questo sito.
    Voglio ripartire proprio da qui, dai temi concreti, quelli che le persone vivono tutti i giorni sulla loro pelle e che nel “palazzo” fanno fatica a trovare spazio.

    Ai tanti amici che mi hanno contattato in questo mese ribadisco che si va avanti per crescere, per costruire e per cambiare.

    E’stato un mese così intenso che guardando indietro sembra passato un anno. Ma sono tempi di rapidi cambiamenti, tempi a loro modi “rivoluzionari”.
    Basta ascoltare i primi dibattiti di questa campagna elettorale per rendersi conto di quanto i partiti ancora una volta siano lontani anni luce dai pensieri e dai problemi concreti delle persone ormai nauseate da questa politica.

    La Seconda repubblica incompiuta deve lasciare spazio a una nuova fase.
    Per questo sono sereno con me stesso per la scelta compiuta, una scelta quasi istintiva, una scelta che mi ha dato nuovamente entusiasmo e speranza.
    Servono riforme, competenza, cura del bene comune. Dobbiamo tornare alla politica, forti e fieri dei nostri valori, ma senza la paura di guardare avanti per uscire definitivamente dal novecento.
    A chi si vorrà unire in questa sfida non prometto nulla se non la passione e il coraggio di percorrere insieme un nuovo cammino.

    Giampaolo Fogliardi

    P.s.
    Sto organizzando un incontro per i primi giorni di febbraio.
    Contattatemi pure ai seguenti recapiti:
    mail: segreteriafogliardi@gmail.com
    telefono: 3351829749

    Lascia un commento