Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Favorire società che investono per crescere

    Pubblicato il 19 luglio 2012 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    Incentivare la crescita esentando fino a cinque anni le società in perdita che investono. Questa la è la mia proposta, contenuta in un emendamento al decreto sviluppo.

    Secondo la normativa vigente, studiata per combattere l’elusione, dopo tre anni di passivo le cosiddette “società di comodo” devono pagare le imposte in base al patrimonio. Ho proposto di estendere a cinque anni il periodo di esenzione per le società che invece fanno investimenti per migliorare la produttività o l’offerta.

    Facciamo l’esempio di una struttura alberghiera che compie dei lavori per ammodernare le proprie camere: anche se nel singolo anno registrasse un risultato positivo in termini di gestione caratteristica, per l’incidenza degli oneri finanziari e degli ammortamenti vanterebbe comunque un risultato pluriennale negativo. In questo caso, dopo tre anni di passivo verrebbe considerata “società di comodo”, mentre con la mia proposta il periodo senza imposte sarebbe allungato, favorendo così chi decide di investire.

    Lascia un commento