Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Gardaland, revocare i licenziamenti

    Pubblicato il 14 dicembre 2012 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    La vicenda dei licenziamenti dei dipendenti della società di gestione del Parco di Gardaland non ha ancora trovato una soluzione atta a salvaguardare il futuro di 63 persone e delle loro famiglie.
    Dal 9 novembre, data delle lettere di messa in mobilità, e dal 15 novembre, giorno in cui la 7° commissione del Consiglio provinciale si è occupata della vicenda, sono ormai passati troppi giorni senza che la proprietà abbia manifestato disponibilità ad una revisione della sua posizione, nonostante la riforma degli ammortizzatori sociali, meglio nota come “legge Fornero”, all’articolo 3, preveda la possibilità di accedere alla cassa integrazione anche per le aziende del comparto turistico con più di 50 dipendenti.

    La decorrenza del provvedimento legislativo è dal 1° gennaio 2013, perciò si può, anzi si deve, trovare una modalità per revocare le lettere di licenziamento, per dare una speranza di salvaguardia del posto di lavoro ai 63 dipendenti interessati.

    La Provincia si era data disponibile per la ricerca di una possibile via d’uscita a questa drammatica situazione e la proprietà, nelle persone dell’Amministratore Delegato e del Direttore del Personale, aveva accettato questa modalità conciliativa.

    Ora il tempo passa e non si ancora trovata la soluzione per poter superare gli attuali vincoli e per portare la questione sotto l’ombrello della nuova regolamentazione, che eviterebbe una vicenda drammaticamente coinvolgente per i lavoratori interessati e per quello che è uno di fiori all’occhiello dell’offerta turistica del nostro territorio.

    Giampaolo Fogliardi Deputato del PD
    Lorenzo Dalai Presidente della 7° commissione Consigliare Provinciale
    Diego Zardini Capogruppo PD al Consiglio Provinciale

    Lascia un commento