Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Governabilità e democrazia

    Pubblicato il 24 gennaio 2014 giampaolo Nessun commento Condividi su Facebook

    La nuova legge elettorale dovrà garantire governabilità, chiarezza e democrazia, non suggellare un duopolio targato Renzi-Berlusconi.
    L’impianto generale è comunque un passo avanti rispetto allo stato delle cose, ma sarebbe opportuno ragionare su alcuni aspetti controversi, innanzitutto la soglia d’accesso al premio di maggioranza, uno dei cardini della sentenza della Consulta, che dovrebbe essere più alta del 35 per cento. Dobbiamo pensare alla governabilità, ma senza dimenticare la democrazia.
    Inoltre andrebbero abbassate le soglie di sbarramento, ora molto alte, per le liste in coalizione e per le liste singole. Le prime, ad esempio, dall’8% al 5% e le seconde dal 5% al 3%.
    Inoltre, per evitare l’effetto delle “liste civetta” o di altre micro-liste, il risultato di coalizione andrebbe calcolato solo sulla base delle liste che superano lo sbarramento.
    Altri aspetti su cui fare attenzione sono: pluricandidature, eguaglianza di genere, possibilità e limiti di apparentamenti ulteriori al secondo turno, limiti all’eccessiva distanza tra voto dell’elettore e suoi effetti sugli eletti e garanzie contro lo stallo provocato da un’eventuale diversa maggioranza al Senato (fino a quando avremo il bicameralismo perfetto).
    Confidiamo che sia la volta buona per ottenere una legge elettorale migliore del Porcellum.

    Lascia un commento