Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • La lenta agonia

    Pubblicato il 14 ottobre 2011 giampaolo 2 commenti Condividi su Facebook
    Il governo prolunga la propria agonia grazie ad una fiducia risicata e addirittura ridimensionata rispetto all’ultima volta.
    Si sono sfilati dalla maggioranza anche gli scajoliani Destro e Gava e il “responsabile” Sardelli.
    Il declino di Berlusconi è lento e inesorabile, la strada è segnata e la fine del ciclo del Cavaliere è vicina.
    Abbiamo tentato di metterli alla prova sul numero legale, ma i radicali hanno fatto il gioco del Governo.
    Siamo rimasti in Transatlantico durante la prima chiama per  vedere se la maggioranaza era in grado di raggiungere la soglia dei 315 voti più uno.
    Nel caso in cui il numero legale non fosse stato raggiunto, il presidente della Camera avrebbe disposto un’ulteriore votazione dopo un’ora. Se alla successiva votazione avessero ottenuto la fiducia si sarebbe parlato comunque di vittoria di Pirro…un ulteriore e profondo logoramento della maggioranza.
    L’unico dato “positivo” è che finalmente il Partito democratico chiuderà qualsiasi intesa con i Radicali che hanno fornito una stampella al governo, pur votando “no”. Ero stato sempre scettico sulla loro presenza nel gruppo e i nodi sono venuti al pettine.
    Comunque sia, la fine del Governo è rinviata di qualche settimana ma ormai certa.
     

    2 risposte a “La lenta agonia”

    1. SPERIAMO SIA FINITA DAVVERO CON QUEI BUFFONI DI RADICALI. QUESTE PURTROPPO, SONO QUELLE ALLEANZE CHE SI FA FATICA A COMPRENDERE.

    2. Berlusconi non ha avuto il pudore di aspettare neanche giorno per ricompensare gli ultimi acquisti: lo stesso giorno ha nominato due nuovi viceministri e due sottoegretari: al peggio non c’è mai fine: povera Italia in che mani siamo ridotti!

    Lascia un commento