Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Pericolo chiusura per scuole paritarie d’infanzia

    Pubblicato il 21 luglio 2011 giampaolo 1 commento Condividi su Facebook

    In assenza di adeguata copertura dei costi, molte scuole d’infanzia paritarie potrebbero essere costrette ad applicare un pesante aumento delle rette a carico delle famiglie (che già coprono con le rette circa il 60% del costo di gestione del servizio), o, in alternativa, per non venire meno alla funzione sociale da sempre svolta, a sospendere questo servizio fondamentale.

    Se queste scuole chiudessero, saremmo di fronte in Veneto, ma non solo, ad una grave emergenza educativa, sociale ed occupazionale Infatti in questi mesi la situazione finanziaria delle scuole dell’infanzia paritarie in Italia e, in particolare, in Veneto (dove accolgono quasi 95.000 bambini, pari al 68% della popolazione scolastica dai 3 ai 6 anni) si è sempre più aggravata a causa del progressivo venir meno dell’ammontare dei contributi ad esse destinati dallo Stato e dalle Regioni, oltre che del grave e crescente ritardo con cui tali risorse vengono erogate;

    Per questo, insieme ai colleghi Rubinato, Baretta, Viola e Sbrollini,  con una interrogazione, ho chiesto al Ministro dell’economia di provvedere con urgenza, precisandone con certezza tempi ed importi, all’erogazione del saldo delle risorse spettanti a favore delle scuole dell’infanzia paritarie per l’anno scolastico 2009-2010 e per l’anno scolastico 2010-2011, già terminato, provvedendo a ripartire le risorse tra le regioni prioritariamente in proporzione al numero dei bambini che nelle diverse regioni frequentano tali scuole, nonché all’integrale reintegro dell’entità delle risorse a favore delle scuole paritarie almeno nella misura già stanziata nel 2010 sia per l’anno in corso che per quelli seguenti.

    Leggi testo integrale dell’ Interrogazione

     

     

    Una risposta a “Pericolo chiusura per scuole paritarie d’infanzia”

    1. Giuliana Mantovani

      Era ora che qualcuno ponesse il problema nelle sedi adeguate. Le scuole dell’infanzia paritarie hanno visto tagliare progressivamente i fondi ad esse destinati, tanto da essere in situazioni economiche veramente critiche, e questo in un contesto in cui si pensa che le scuole non statali siano state privilegiate.

    Lascia un commento