Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • “Sanità in Veneto” con Diego Bottacin. Lunedì 2 dicembre

    Pubblicato il 29 novembre 2013 giampaolo 1 commento Condividi su Facebook

    Inizia il cicolo di incontri con gli esponenti regionali e nazionali di Scelta civica
    Lunedì 2 dicembre, alle ore 18.30, presso la sala in Stradone San Fermo n.21, ospiteremo un incontro con il Consigliere Regionale Diego Bottacin sul tema della sanità nel Veneto. Verrà trattata con particolare riguardo la situazione specifiche della nostra area.

    Si tratta di un approfondimento informale durante il quale sarà possibile dialogare per comprendere le principali questioni attinenti la delicata situazione sanitaria della nostra regione e approfondire quali siano gli interventi necessari attuati e da attuare.

    Questo è l’inizio del ciclo di incontri che insieme abbiamo deciso di intraprendere: momenti dove potremo conoscere, chiedere e proporre ai nostri referenti tutto ciò che riterremo utile affinchè si torni a parlare di politica con la P maiuscola. Capire e proporre, con la serietà e la passione che sin dall’inizio hanno contraddistinto l’impegno di Scelta Civica a tutti i livelli.

    Nell’attesa di incontrarci, vi chiedo la cortesia di estendere questo invito a tutti coloro che riterrete interessati, così che possa nascere un dialogo ricco e proficuo.

     

    Una risposta a ““Sanità in Veneto” con Diego Bottacin. Lunedì 2 dicembre”

    1. Siamo alle solite. Tagli alla sanità pubblica nell’asl 22 e sanità privata intoccabile. A Negrar e Peschiera si continua a costruire e poi, quindi, a convenzionare mentre le strutture pubbliche di Villafranca e Bussolengo devo fare i conti con le coperte troppo corte. Villafranca in particolare, se proprio sarà di eccellenza come si vuol far credere, dovrà avere almeno la cardiologia H24 anzichè avere come punti di riferimento per l’emergenza cardiologica e neurologica le case di cure private di Negrar e Peschiera.
      Perchè nessuno osa rovesciare i tavoli ed imbestialirsi per tanta sfrontatezza della Regione nel privilegiare il privato nella nostra USL 22 ?????
      Saluti. Aldo

    Lascia un commento