Solo un altro blog targato WordPress
Icona RSS facebook
  • Sempre contro il gioco d’azzardo

    Pubblicato il 13 settembre 2013 giampaolo 1 commento Condividi su Facebook

    Andrea Olivero è intervenuto duramente sul gioco d’azzardo: “Le tante tragedie che si sono consumate in questi anni a causa del gioco d’azzardo, l’ansia spesso nascosta di tante persone che vivono nel sogno di una vincita sprecando risorse molte volte indispensabile per una vita dignitosa, ci impegnano a cambiare”.

    Non posso che concordare e fare mio l’appello al Governo ad avere coraggio perché come è sbagliato fare sconti alle sanzioni comminate ai gestori delle slot machines, così non è giusto fare cassa con strumenti che sappiamo dannosi per i nostri concittadini.

    Meno di un anno fa ero intervenuto per l’ennesima volta sul tema con una interpellanza che chiedeva di “assumere iniziative normative per definire meglio l’esercizio del controllo pubblico e la certezza della pena”.
    Nel marzo del 2012 chiedevo anche più poteri ai comuni contro il gioco d’azzardo.

    Il gioco d’azzardo è ormai un’emergenza sociale, capace di generare dipendenza per circa un milione di persone; inoltre le nuove strategie di marketing dell’industria del gioco fanno aumentare il numero dei giocatori saltuari ed elevare quello dei giocatori patologici.

     

    Una risposta a “Sempre contro il gioco d’azzardo”

    1. Pecunia non olet !

      Allo Stato “delle tante tragedie che si sono consumate in questi anni a causa del gioco d’azzardo, l’ansia spesso nascosta di tante persone che vivono nel sogno di una vincita sprecando risorse molte volte indispensabile per una vita dignitosa” non interessa molto. Interessa più il denaro che incassa tramite la “tassa degli stupidi” come l’aveva battezzata Cavour.

      La prova è l’evidente contraddizione tra le continue proposte per nuove aperture di centri di gioco (la bocciatura delle ultime in parlamento ha “sottratto” al fisco sei miliardi di euro), l’aumento della frequenza delle giocate (un’estrazione avviene ormai ogni cinque minuti), l’introduzione di centinaia di nuovi giochi e quello che di fatto si tramuta nel veicolo del dissesto finanziario di centinaia di migliaia di famiglie.

      Se la prospettiva per milioni di persone di sognare tramite il gioco d’azzardo di conseguire una tranquillità economica la dice lunga sul cosa sia l’anima e l’essenza della società e la ricerca del prospettato “ futuro migliore”.

    Lascia un commento